FROSINONE E PARMA, 70 ANNI DI EX. OGGI TANTI TRAGUARDI E UNA SFIDA AD ALTA TENSIONE

 In Slider Home

Sfida ad alta tensione al ‘Benito Stirpe’. Il Frosinone si aggrappa alla matematica per non riporre armi e bagagli in anticipo, il Parma deve cancellare troppi capitomboli ed evitare di entrare in loop mentale anche se dall’alto dei 33 punti alla compagine di D’Aversa ne basterebbero 5 per tirare un sospiro di sollievo e pensare alla prossima stagione di A.

UNA COLONIA DI EX – Sfida anche infarcita di tanti ex. A cominciare da Daniel Ciofani, anche se con i ducali non ha mai giocato pur essendo stato di proprietà del Parma di Ghirardi per diverse stagioni. Un altro Parma, quello delle multiproprietà e delle plusvalenze che hanno inquinato (e ancora inquinano) i bilanci di tanti club nella massima serie.

A proposito di ex: da una parte il portiere Pierluigi Frattali che sarà in panchina e che fu per anni all’ombra di Zappino, Chiodini e Sicignano nel Frosinone; poi Chibsah (dal luglio all’agosto 2013, nessuna presenza in gare ufficiali), Ciano (agosto 2014, nessuna presenza) e Iacobucci tra le file della squadra ciociara.

Tra Parma e Frosinone c’è stato comunque un nutrito passaggio di giocatori nonostante le sfide tra i due club sono appena quattro nella storia. Il primo ex parmense, infatti, a vestire la maglia del Frosinone, fu il difensore centrale Consigli, stagione ’82-’83 di serie C2. Una decina di anni dopo fu la volta del portiere Venturelli, campionato Interregionale, che con la maglia del Frosinone giocò solo tre gare. Quindi, in C2 giocò con il Frosinone un parmense, l’esterno offensivo Scaglia. E poi il terzino macedone Ristovski, agli attaccanti Evacuo, Dedic, Lupoli e Lapadula, i centrocampisti Lodi e Musacci, il portiere Pigliacelli, l’esterno Rosi, il portiere Sicignano. Ma due giocatori riportano a tanti anni fa: l’ala Olmes Neri, nel Frosinone dal ‘55 al ’58 e nei primi anni Sessanta al Parma e il portiere Alberto Recchia, scomparso di recente, che giocò dal ’60 al ’63 con i ducali e dal ’68 al ’75 con la maglia del Frosinone. Curiosità: ben 5 portieri nella storia: Recchia, Venturelli, Frattali, Sicignano e l’attuale terzo nel Frosinone, Iacobucci, 7 gare col Parma nella stagione sfortunata culminata con retrocessione e radiazione.

PILLOLE DI CURIOSITA’ – Il Frosinone è la formazione della serie A che ha subito il maggior numero di sconfitte dopo 29 turni nella serie A 2018/19: 18. I ciociari vantano anche la palma di attacco più anemico del torneo, con 21 sole reti segnate, come il ChievoVerona.

Un punto nelle ultime 6 giornate, in casa sempre k.o. nel 2019. L’ultima vittoria ciociara risale al 10 febbraio scorso, 1-0 a Marassi, ma contro la Sampdoria. In casa il Frosinone non ha ancora vinto, ultimo punto conquistato lo 0-0 contro il Milan del 26 dicembre scorso. Marco Capuano ha rimandato domenica scorsa la 100.a in serie A: esordio il 26 agosto 2012, Pescara-Inter 0-3. Stavolta dovrebbe esserci davvero.

Il Parma è la formazione della serie A 2018/19 che perde il maggior numero di punti nelle riprese rispetto ai risultati dei primi 45’: -14. Quella di D’Aversa è una delle due squadre che ha subito meno espulsioni dopo 29 turni, 1 soltanto, come la Sampdoria.

Rigori opposti oggi in Frosinone-Parma: i ciociari sono una delle 4 squadre che ne hanno subiti di meno (2, come Napoli, Milan e ChievoVerona), il Parma una delle 3 che ne ha calciati di meno (2, come Milan e Cagliari).

FESTA IN CASA PARMA – Il parmense Marcello Gazzola festeggia il 34° compleanno oggi, essendo nato il 3 aprile 1985 a Borgo val di Taro (Pr). Gara 300 in serie A per Luca Rigoni, che ha esordito in massima categoria il 28 agosto 2005, Reggina-Roma 0-3. L’attaccante Fabio Ceravolo alla 400.a da professionista.

I PRECEDENTI  D’AVERSA-FROSINONE – Roberto D’Aversa sfida per la sesta volta in partite ufficiali, da allenatore, il Frosinone. Nei 4 precedenti, il bilancio è stato di 1 vittoria per le squadre di D’Aversa, 3 successi dei giallazzurri ciociari e 1 pari nella gara di andata di questa stagione.  La prima volta fu il 20 settembre 2014, V. Lanciano-Frosinone 1-5 con doppietta di Dionisi, Curiale e gol di Masucci. Nel ritorno 2-1 del Frosinone in rimonta con le reti di Paganini e Sammarco. Lo scorso anno 2-1 per il Frosinone al ‘Benito Stirpe’ con reti di Maiello, Ciano (per loro gol in coppia nelle sfide d’autore) e autorete di Maiello. Al ritorno il 2-0 venne deciso dalle reti di Di Gaudio. Al ‘Tardini’ in questo campionato il Frosinone graziò il Parma ridotto in 10 uomini. Decisivo il portiere Sepe sull’oggetto misterioso Vloet.

I PRECEDENTI  BARONI-PARMA – E’ la prima volta di Marco Baroni allenatore contro il Parma.

I PRECEDENTI BARONI-D’AVERSA – Quarto confronto tecnico ufficiale tra i due allenatori, Marco Baroni e Roberto D’Aversa: il coach giallazzurro è imbattuto con 2 successi ed 1 pareggio a proprio favore e sue squadre sempre in gol, 6 reti totali. I due hanno militato anche nella stessa squadra, la Virtus Lanciano: Baroni da allenatore, D’Aversa da dt. Sfiorarono i playoff.

L’ARBITRO – Il torinese di Pinerolo Gianluca Manganiello, classe ’81, h diretto anche la gara di andata. Undici volte ha arbitrato il Frosinone, con 4 successi canarini, 3 pareggi e 4 sconfitte. La prima volta fu in Sudtirol- Frosinone del 2011-’12 (1-0), l’ultima i Frosinone-Roma (2-3). Quattro volte ha invece diretto gli emiliani, tutte in questa stagione: 1 vittoria, 1 pari, 2 sconfitte.

Giovanni Lanzi

 

 

Articoli Recenti