FROSINONE SCONFITTO AD EMPOLI 2-1, PESA IL BRUTTO PRIMO TEMPO

 In Prima Squadra

EMPOLI (3-5-2): Dragowski; Maietta, Silvestre, Dell’Orco; Di Lorenzo, Traore (33’ st Acquah), Bennacer, Krunic, Pajac (24’ st Pasqual); Farias (43’ st Ucan), Caputo.

A disposizione: Provedel, Perucchini, Brighi, Veseli, Capezzi, Rasmussen, Oberlin, Nikolaou.

Allenatore: Andreazzoli.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano (39’ st Dionisi); Paganini, Chibsah (15’ st Trotta), Maiello, Cassata (1’ st Valzania), Molinaro; Ciano, Ciofani.

A disposizione: Bardi, Simic, Gori, Errico, Ariaudo, Valzania, Zampano, Dionisi, Brighenti, Krajnc, Beghetto.

Allenatore: Baroni.

Arbitro: sig. Davide Massa della sezione di Imperia; assistenti sigg. Filippo Meli della sezione di Parma e Alessandro Costanzo della sezione di Orvieto; IV Uomo sig. Rosario Abisso di Palermo; VAR sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo (To); assistente VAR sig. Stefano Del Giovane di Albano Laziale (Roma).

Marcatore: 20’ pt Caputo (rig), 38’ pt Pajac, 25’ st Valzania.

Note: spettatori totali: 7.828; abbonati 6.525 per una quota abbonati di euro 50.751, 23; paganti 1.303 per un incasso di euro 21.632,80 (500 tifosi del Frosinone presenti); angoli: 3-2 per l’Empoli; ammoniti: 23’ st Valzania, 30’ st Goldaniga, 34’ st Pasqual, 49’ st Dragowski, 5’ st Acquah, 51’ st Silvestre; recuperi: 3’ pt; 6’ st.

EMPOLI – Bisognava vincere, probabilmente un pari avrebbe lasciato accesa la speranza. Il Frosinone invece torna dalla sfida ‘dentro fuori’ di Empoli senza punti, con la zona salvezza a -8. Scarico e praticamente mai in partita va al riposo sotto di due reti, in avvio di ripresa Farias fallisce il 3-0, il gol di Valzania al 25’ della ripresa riaccende la speranza ma l’assalto all’arma bianca nel finale, con la squadra rivoluzionata e l’innesto di tutte le punte a disposizione, non sortisce effetti. Adesso la sosta, alla ripresa la Spal. Per continuare a crederci fin quando sarà possibile farlo. Ma 8 punti di svantaggio sulla zona salvezza sono un Everest da scalare.

SQUADRE A SPECCHIO – Adreazzoli ha sfogliato la margherita da mercoledi, giorno del suo reinsediamento sulla panchina azzurra, e ha optato per il 3-5-2. Nientre stravolgimenti tattici, almeno in avvio. Davanti a Dragowski (era il secondo di Sportiello lo scorso anno alla Fiorentina, ndr) ci sono Silvestre al centro, l’ex Maietta sul centrodestra e Dell’Orco sul centrosinistra. Di Lorenzo a destra e Pajac a sinistra sono i dirimpettai di Molinaro e Paganini sulle catene. Metà campo definita da Bennacer in regia, Traore e Krunic mezze ali. In attacco Farias e Caputo.

Nel Frosinone assente dell’ultima ora Pinamonti, in tribuna per un fastidio muscolare alla coscia sinistra. L’attaccante  si aggiunge alle defezioni di Viviani, Sammarco e Ghiglione. In campo quindi la stessa formazione che ha giocato e perso con il Torino. Sportiello tra i pali, Salamon al centro della difesa, Goldaniga e Capuano a completare il pacchetto arretrato. Cursori Paganini a destra e Molinaro a sinistra, Maiello è il metronomo, Chibsah e il rientrante Cassata danno impulso nella posizione di intermedi. In attacco Ciano e Ciofani, alla vigilia gli spauracchi dell’Empoli.

In avvio il gioco ristagna a centrocampo, le due squadre si studiano. Il primo tentativo serio è di Pajac, palla maligna al centro, Sportiello attento in uscita bassa nel traffico davanti alla porta. Al 5’ Di Lorenzo si libera con una gomitata di Cassata, per Massa non si rilevano scorrettezze. La punizione è dell’Empoli per un fallo successivo di Molinaro su Di Lorenzo. La palla circola da Traore al centro per Faris che cicca il tiro, poi Bennacer lo emula dal limite. Pericolo per il Frosinone, Empoli più intraprendente in questo avvio. All’8’ il Frosinone mette la testa nella metà campo azzurra, da Ciano per Molinaro che svirgola malamente un pallone anche abbastanza invitante che gli rimbalza al limite dell’area. Il gioco non brilla, è spezzettato e il Frosinone tenta di abbassare il volume del ritmo dell’Empoli. Al 14’ fallaccio di Krunic su Paganini, massa sorvola ancora. Al 15’ la partita cambia: Farias taglia il campo in diagonale tra le linee, c’è Salamon in controllo, l’ex del Cagliari farebbe difficoltà a convergere ma Paganini lo raddoppia e gli chiude lo spazio in area, il piede sinistro dell’attaccante entra in rotta di collisione con il destro del giallazzurro sulla corsa. L’azione prosegue per 2’ prima della decisione di Massa che – consultato il Var – concede il rigore. Caputo non sbaglia, Empoli avanti al 20’. Il Frosinone si apre, al 25’ Caputo prende il tempo a Capuano e si infila centralmente, rigore in movimento e grande freddezza di Sportiello che chiude l’angolo di tiro all’attaccante.

PAJAC RADDOPPIA, FROSINONE IMPALPABILE – Frosinone inesistente dalla cintola in su in questa prima mezz’ora. Fase di possesso complicata, fase di non possesso anche di più. In questo contesto evidenti le difficoltà palesate da Chibsah, non al meglio. Ne risente il meccanismo della zona centrale del campo nel quale Maiello e Cassata sono in affanno. E Pajac per la terza volta di fila cerca e si apre un varco a sinistra senza disturbo, Sportiello legge bene e chiude in uscita bassa. La squadra di Andreazzoli non ha nessun interesse ad accelerare la manovra. E quando lo fa salta la linee giallazzurre con estrema facilità. Al 33’ Di Lorenzo lo emula a destra, palla dentro, Goldaniga salva su Caputo, poi la sfera rimbalza sugli stinchi di Salamon e Sportiello evita l’autogol in presa sotto l’incrocio. Al 38’ un contatto su Paganini all’altezza del centrocampo spiana la strada ad un contropiede dei toscani, la difesa giallazzurra piazzata male perde anche la bussola, Pajac a botta sicura infila sotto la traversa. Empoli a trazione anteriore, Caputo all’altezza dell’area piccola alza di testa. Nei 3’ di recupero una bella rovesciata di Paganini su spizzata di Ciofani, palla alta di poco. Al 48’ Sportiello salva il 3-0 su Farias, Caputo sfugge a Goldaniga ma ci sono dubbi sulla partenza dell’azione.

DOPPIO CAMBIO PER BARONI MA LA SCOSSA TARDA – Si riparte e il Frosinone cambia Cassata con Valzania al 1’. Un tiraccio di Chibsah al 1’, l’Empoli fa girare palla e il Frosinone non trova il bandolo della matassa per tentare di dare una scossa. Rischio grosso per il Frosinone al 3’: Traore aggira Valzania in velocità, spalla a spalla poi l’ex atalantino  colpisce sulla coscia l’empolese, Massa fa finta di non vedere. Una volata di Molinaro, palla per il colpo di testa di Paganini, fuori di un metro. Il Frosinone dovrebbe insidiarsi nella metà campo dei toscani ma non trova la continuità e i tempio della giocata. Al 7’ punizione di Ciano, spizzata di Chibsah sulla testa di Traore, Paganini preso in controtempo e l’azione sfuma. Empoli in contropiede vicino al 3-0 all’8’: Salamon sbaglia l’appoggio oltre la metà campo, Silvestre lancia lungo per Caputo che elude i rientri del difensore polacco e Capuano, palla morbida per Farias che sull’uscita di Sportiello manda alto a porta spalancata. Baroni cambia uno spento Chibsah per Trotta al 15’, Frosinone con il 3-4-3, con Paganini largo a sinistra. Tutto per tutto. Al 16’ Paganini subisce  fallo da Maietta al limite, sulla palla Ciano e palla sulla barriera. Lampo del Frosinone al 20’, palla lunga tenuta in vita da Ciofani, Ciano di tacco cerca il colpo della domenica, Dragowsky rimpalla in uscita.

IL FROSINONE RIENTRA IN PARTITA – Il primo giallo della partita arriva al 23’, è di Valzania. Entra Pasqual al 24’ per Pajac. Ed è proprio Valzania al 25’ ad infilare con un tap-in la respinta di Dragowsky sul tiro di Ciofani, il Var dopo 4’ convalida la rete. E il Frosinone con un lampo torna in partita. Un minuto dopo un gran pallone di Ciano per Ciofani, l’attaccante chiuso a tenaglia. Ancora Valzania ago della bilancia, Molinaro lo serve in area, Maietta salva sul tiro. Adesso il Frosinone ha preso fiducia. Più costante nella gestione della palla anche se non si può parlare di assedio vero e proprio all’area degli azzurri. Giallo per Goldaniga, salterà la sfida alla ripresa. Nel Frosinone ci sono le idee ma si stenta a mettere in campo quella qualità necessaria in questi frangenti. Esordio stagionale per Dionisi a 6’ dal 90’, esce Capuano. Frosinone superoffensivo in questo finale da giocare all’arma bianca. Valzania dà il là ad una percussione offensiva, Ciofani si libera bene al limite ma alza la mira. Nell’Empoli Ucan al posto di Farias a 2’ dal 90’. E al 91’, al 1’ dei 6’ di recupero, colpo di testa di Dionisi di poco fuori. Nella prosecuzione tante tensioni e poche emozioni. L’Empoli vince la partita della vita, il Frosinone torna a mani vuote. Ma pesa quel primo tempo ad handicap.

Giovanni Lanzi

Articoli Recenti